aula-de-balc3a9

Creare il valore del centro ottico (e comunicarlo)

A marzo si è svolta a Bologna la prima edizione di un corso che ha analizzato come nasce e si sviluppa la value proposition. L’evento “Creare e comunicare il valore del centro ottico indipendente” fa parte del percorso formativo pensato e voluto da un gruppo di ottici indipendenti, e ha visto coinvolti alcuni punti vendita del centro e nord Italia con la partecipazione di titolari e collaboratori, che insieme hanno studiato e condiviso le strategie efficaci da utilizzare nel proprio negozio per migliorare la proposta di vendita.

L’iniziativa è stata gestita da Kilowatt, una startup che offre servizi di consulenza, formazione e progettazione rivolti a imprese che vogliono “accelerare” lo sviluppo del proprio business, innovare i servizi e ampliare i processi partecipativi necessari per la produzione di nuove idee.

L’obiettivo del corso era introdurre un nuovo metodo di lavoro, capace di creare e comunicare il valore del punto di vendita attraverso elementi innovativi di business modeling e di formazione delle persone che lo conducono, titolari e collaboratori insieme.

Il tema iniziale è stato la “Proposta di valore”, esaminata non come concetto astratto, ma come un comportamento concreto e misurabile. In particolare, è stato illustrato come la cosiddetta value proposition sia l’intersezione perfetta tra ciò che un’impresa offre attraverso il proprio prodotto o servizio e il desiderio del consumatore: come costruire, quindi, quell’incontro tra il cosa si offre e il perché dovrebbe essere acquistato.

A questi concetti si è arrivati attraverso la ricerca dell’identità interna di ogni centro ottico (cosa siamo e cosa non siamo) ed esterna (come ci percepiscono i clienti), la spiegazione del concetto di valore (com’è e come si crea) e il target di riferimento (chi sono i nostri clienti e cosa si aspettano da noi). Sono stati forniti spunti di riflessione riguardo la necessità di riformulare e ripensare la proposta di valore, ognuno nella propria realtà e rispettando il proprio modo di fare impresa e la propria tradizione.

L’evento ha permesso alle singole realtà aziendali di ritrovarsi e lavorare insieme per cercare nuove strategie vincenti, con momenti di aggregazione e condivisione anche fra colleghi di negozi e imprese diverse, uniti dalla volontà di cambiamento e di crescita personale e della propria azienda.

Ognuno ha colto dall’altro qualcosa che si è portato a casa, valorizzato dal fatto che arrivava da persone che fanno lo stesso lavoro e migliorato e completato dall’esperienza dei docenti, Gaspare Caliri e Letizia Melchiorre, che hanno condiviso le proprie esperienze professionali anche nel settore ottico.

Sono state, inoltre, fornite risposte e strumenti a imprenditori ottici che detengono realtà solide e storiche, i quali sentono la necessità di migliorarsi per poter restare competitivi in un mercato che sta cambiando a una velocità impensata, attraverso la consapevolezza che solo attraverso il coinvolgimento di tutti i protagonisti si può arrivare a un risultato reale, in grado di garantire un’elevata soddisfazione: un percorso che sarà ancora lungo e faticoso, ma assolutamente necessario.

Tutti hanno capito che il concetto di valore deve nascere e crescere solo ed esclusivamente all’interno del proprio negozio, grazie alla consapevolezza di se stessi e alla conoscenza dei propri clienti, cercando i propri punti di debolezza per eliminarli ed esaltando invece i punti di forza, comunicandoli nel modo più corretto e appropriato. Questo è valore.

 

[articolo apparso su B2Eyes Magazine 04/2018]

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *